Apprendere per Produrre Verde: il Buniva di Pinerolo in visita a Segheria Valle Sacra e Cooperativa Valli Unite del Canavese

Proseguono con successo in queste settimane gli incontri tra i ragazzi delle scuole superiori e le organizzazioni “green” coinvolte nel progetto europeo Interreg – Alcotra A.P.P. VER – Apprendere per Produrre Verde. Molto interessati e coinvolti i ragazzi dell’Istituto Superiore Buniva di Pinerolo in visita alla Segheria Valle Sacra e alla Cooperativa Valli Unite del Canavese, esempi di innovativa filiera forestale. L’interesse della classe in visita è stato rivolto in particolare al tema dell’edilizia in legno ed alla gestione del territorio. Una visita soddisfacente, anche grazie al nuovissimo centro di promozione del legno del Canavese, inaugurato lo scorso 23 febbraio a Castellamonte (TO). Silvia Cavallotto, Professoressa in visita insieme ai ragazzi, commenta soddisfatta: “Essendo i nostri ragazzi futuri geometri hanno la possibilità di apprendere già a scuola i concetti di green economy. Queste visite però fanno percepire la realtà dell’argomento che va oltre le nozioni scolastiche. In queste visite fatte si sono resi conto che anche le piccole realtà con piccole idee possono cambiare il mondo che le circonda. Una visita vale più di mille parole e il riscontro nei ragazzi lo abbiamo già avuto: sono rimasti molto colpiti, e in questi anni in cui la scuola si sta allontanando molto dal mondo del lavoro progetti del genere non possono che aiutare e dare grandi soddisfazioni”.

“Il futuro del lavoro e il futuro dei ragazzi è senza dubbio nel lavoro sostenibile. – il commento di Gianni Tarello, Presidente della Cooperativa Valli Unite del Canavese – Purtroppo il mondo del lavoro che i ragazzi incontrano una volta usciti dalle scuole non va sempre in questa direzione, che è l’unica alternativa possibile. Molte idee in campo parlano di sosstenibilità ma il mondo del lavoro oggi è lontano da questi argomenti. Il Centro di promozione del legno del canavese è un esempio da far conoscere ai ragazzi in quanto unico esempio di filiera forestale sostenibile in italia, quindi un luogo dove poter far vedere come si lavora in modo sostenibile dalla A alla Z”. 

I resoconti degli altri incontri:
Meeting Service